@nnuncia - le news della fondazione annunciata cocchetti
n. 100 - 04 Marzo 2010
100 di questi @nnuncia! A tu per tu

Eccoci giunti all’@nnuncia numero 100! La newsletter ci accompagna da 7 anni: era il 2 aprile 2003 quando usciva il primo numero del quindicinale della Fondazione Cocchetti. Da allora abbiamo cercato di restare in contatto per far circolare informazioni, riflessioni, idee e proposte (oltre alle immancabili ricette!).
L’@nnuncia numero 1 si proponeva di essere “…una rete di collegamento tra tutti coloro che insieme a noi vogliono ‘animare la vita dentro la storia’. Per chi è vicino e per chi è lontano. Per rimanere in contatto…”. Abbiamo mantenuto la promessa? Lo speriamo.
Se hai voglia di rileggerti qualche vecchio @nnuncia, consulta l’archivio:
http://www.imk.it/fondazione/web_fondazione/news_archivioannuncia.htm

ULTIMISSIME: Tam Tam - Oggi l’Europa con il prof. Galeotti - Sul Filo della Memoria a Braone
ALLA SCOPERTA: Pica prede
L'ANTENNA: 8 marzo
LO SPILLO: Omaggio alle donne
LE MANI IN PASTA: Ananas Tiramisù

Ultimissime

VENERDì 5 MARZO ORE 20.30 - Il ciclo “Oggi, l’Europa” prosegue con il prof. Marzio Galeotti, ordinario di Economia dell’Ambiente e dell’Energia dell’Università degli Studi di Milano, che tratterà il tema: “L’Europa al verde: ambiente, economia, politiche”. Inizio alle 20.30, sede della Fondazione. Ingresso libero e gratuito.
“Oggi, l’Europa” si concluderà il 18 marzo, sempre alle 20.30, con "L'Europa delle polis: localismi e aperture comunitarie" a cura del consigliere regionale Margherita Peroni.

DOMENICA 14 MARZO ORE 15.00 - La via della pietra e del legno, a Braone, è la meta del prossimo appuntamento di “Sul filo della memoria”. Un itinerario all’aperto che permette di riscoprire due mestieri da recuperare: quello dei “pica prede”, gli scalpellini e quello dei maestri artigiani del legno. Visita guidata a cura di Giancarlo Bonfadini (via della pietra) e Aldo Fedriga (via del legno). Ritrovo in Piazzetta Griffi (vicino al Comune). Partecipazione libera e gratuita.

Pica prede Alla scoperta

Gli scalpellini camuni, meglio conosciuti con il termine dialettale di “pica prede”, sono purtroppo in via di estinzione. Gli artigiani ancora oggi impegnati nella lavorazione della tonalite, si possono infatti contare sulle dita di una mano. E pensare che fino agli anni ‘60 ne esistevano ben 150, distribuiti nei paesi di Braone, Ceto e Niardo.
Narrare la loro attività non è solo un tributo alla cultura di un territorio, ma un tentativo di riattualizzarne e rivitalizzarne una tipicità: questo si propone “La Via della Pietra”, un percorso storico-culturale ad anello che tocca tre località situate nel comune di Braone.

8 marzo L'Antenna

Care amiche, per noi solo l’imbarazzo della scelta fra le molte iniziative organizzate in occasione dell’8 marzo. Eccone una selezione:
Sabato 6 marzo. L'Assessorato alla Cultura del Comune di Pisogne, in collaborazione con l'Associazione Stradivari ed ANLAI, invita a partecipare al concerto "Violoncello in rosa. Colori musicali per voci senza frontiere" della violoncellista Chiara Maneddu. Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta, ore 20.30 (info uff.cultura@comune.pisogne.bs.it.).
Il Comune di Cerveno propone "4/5", a cura del Teatrino le Belle Domande, spettacolo teatrale che indaga il rapporto uomo donna dal punto di vista femminile. Ore 20.30, Casa Museo (info@comune.cerveno.bs.it).
Domenica 7 marzo. "Donne in Cammino": Associazioni Donne Darfo, ACLI, Casa delle Donne Brescia, Parrocchia di Darfo, Operazione Mato Grosso e Tapioca invitano a partecipare alla passeggiata da Darfo (partenza ore 7.00) all'Eremo di Bienno, in ascolto della melodia dei sensi. Pranzo all’Eremo, incontro su "La danza delle donne tra sensi e sensibilità" con la dott.ssa Servidato, con la partecipazione dell’artista Renata Besola (info Sandra 347.1147954). L'Assessorato all'Istruzione e Cultura del Comune di Cedegolo, in collaborazione con la Biblioteca "F. G. Frattini" invitano a partecipare alla presentazione del libro "Il caso Elzbieta" di Pierluigi Milani, storia d’amore tra la polacca Elzbieta e l’italiano Marco e il loro disegno di fuga dalla Polonia corrucciata della Giunta militare Jaruselski e di Solidarnösc. Salone Panzerini, ore 20.30.

Omaggio alle donne Lo spillo

Fiorisce il garofano, fiorisce il narciso assetato di pioggia,
  sulle colline si distendono i gigli fioriti.
Fiorisce l’amica d’amore, Zenofila, dolce rosa di Peithò,
  un fiore splendido tra gli altri fiori.
Prati, perché ridete scuotendo le chiome screziate?
  È inutile: la fanciulla vince ogni ghirlanda odorosa.

(Meleagro, Epigrammi, AP5, 144, I sec. a.c.)

Ananas tiramis├╣ Le mani in pasta

Occorrente per 6 persone: un ananas non troppo maturo - 250 gr. di mascarpone fresco - 3 uova freschissime - 50 gr. di zucchero - cannella in polvere - cacao in polvere - la scorza di un limone grattugiata - sale

Preparazione: per la crema: rompere le uova e dividere albumi e tuorli in 2 ciotole separate. Sbattere i tuorli con lo zucchero, la scorza di limone e un pizzico di cannella finché diventano spumosi; incorporarvi il mascarpone, mescolando con un cucchiaio fino a ottenere una crema omogenea. Montare con le fruste a neve ferma gli albumi freddi con un pizzico di sale, poi incorporarli alla crema al mascarpone; versare il tutto in una piccola pirofila, cospargere con cacao setacciato e conservare in frigorifero per almeno un'ora. Sbucciare l'ananas privandolo del ciuffo e tagliarlo a dischi di 5 mm di spessore; sistemare le fette sulla griglia, cuocerle 5 minuti per lato, farle raffreddare, poi ridurle a tocchetti. Servire l'ananas in bicchieri bassi e larghi, alternando strati di frutta e crema tiramisù.

La Fondazione conta sul tuo PASSAPAROLA.
Inoltra @nnuncia ai tuoi amici, oppure segnalaci chi potrebbe essere interessato. Grazie!

La redazione delle notizie di @nnuncia è curata da Linda Bressanelli.